70° DELLA LIBERAZIONE: FAR VIVERE I VALORI DELLA RESISTENZA E ATTUARE LA COSTITUZIONE

La Casa della Memoria a Milano, nel Quartiere Isola. La sua costruzione è quasi ultimata.

CELEBRAZIONE 70° DELLA LIBERAZIONE

Intenso programma di iniziative, in tutta Italia, per la celebrazione del 70° anniversario della Liberazione. In particolare a Milano il 25 aprile si terrà la manifestazione nazionale con corteo – alle ore 14,30 – da Corso Venezia sino in Piazza Duomo, dove si terranno gli interventi conclusivi. A MILANO TRE GIORNI DI INIZIATIVE Nella città di Milano le celebrazioni si realizeranno in tre giornate:
– 23 aprile ore 10 a Milano al Campo della Gloria – presso il cimitero di Musocco – si terrà la Cerimonia in onore dei caduti della Resistenza con corteo, deposizione corone,interventi delle autorità civili, militari e religiose;
– 24 aprile ore 11: a Milano in via Confalonieri, 14 – Quartiere l’Isola – si terrà la cerimonia di inaugurazione della “CASA della MEMORIA”con la partecipazione del Ministro dei Beni e Attività Culturali Dario Franceschini.
– 25 aprile ore 9: deposizioni delle Corone sulle centinaia di lapidi che ricordano i caduti partigiani e deportati; ore 12: incontro con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella; ore 14,00: concentramento partecipanti alla manifestazione in Corso Venezia (incrocio via Palestro), ore 14,30 partenza del corteo per Piazza Duomo; ore 16 interventi. – ore 17,30 : alla Loggia dei Mercanti, posa delle corone alle lapidi dei partigiani.

—- Il precedente articolo

Il prossimo 25 aprile festeggeremo il 70° Anniversario della Liberazione: la fine della guerra, la cacciata dei nazisti e fascisti, la costruzione della democrazia e di una società più equa. Un processo che ha visto un’ampia, forte partecipazione popolare e del mondo del lavoro, sia nell’opera per realizzare la ricostruzione e il profondo rinnovamento economico, produttivo, sociale del Paese, sia nella lotta contro lo stragismo fascista, il terrorismo, i ripetuti tentativi di colpire la democrazia nata dalla Resistenza.

Ora, da anni, viviamo una grave crisi economica che segna profondamente la società, e in particolare gli strati popolari con livelli di disoccupazione elevati, soprattutto dei giovani; fra le altre drammatiche conseguenze, il calo del PIL, l’impoverimento dei mondi produttivi, l’aumento delle disegualianze l’arretramento complessivo sul tema dei diritti del lavoro.

Una situazione contemporaneamente segnata dalla crisi della politica – o meglio delle attuali forze politiche – con rigurgiti neofascisti, di qualunquismo e nuovi atti di violenza.

La celebrazione del 70° della lotta di Liberazione deve rappresentare un momento di svolta della situazione del Paese. Il ricordo dei vari momenti, delle fasi della Liberazione, devono costituire uno stimolo a costruire una nuova fase della vita democratica e sociale del nostro Paese.

25 APRILE: MANIFESTAZIONE NAZIONALE A MILANO

Il ricordo e la celebrazione dei vari episodi della Lotta di Liberazione sono elementi costitutivi di tale passaggio, indispensabili per trasferire alle nuove generazioni la riflessione sul passato e la capacità di disegnare in piena coscienza e consapevolezza il futuro di cui saranno protagoniste.

Per questo è necessario che nelle varie località – paesi, quartieri, rioni delle città – si restaurino o si ricostruiscano le lapidi e i monumenti che ricordano i caduti della lotta di Liberazione. Così come assume un valore attualissimo la commemorazione dei caduti partigiani, delle vittime delle rappresaglie e delle stragi nazifasciste.

Momento importante del 70° per far vivere i valori della Resistenza e lanciare una fase nuova di attuazione della Costituzione è la MANIFESTAZIONE NAZIONALE che si terrà a  Milano  con corteo e celebrazione in Piazza Duomo il pomeriggio di sabato 25 aprile 2015. Per questo sin d’ora occorre che si definiscano i  programmi delle celebrazioni mattutine nelle varie località, lasciando libero il pomeriggio del 25 aprile per consentire l’organizzazione e la partecipazione alla manifestazione nazionale di Milano.

INAUGURAZIONE  “CASA DELLA MEMORIA” A MILANO

Finalmente a Milano, dopo anni di sollecitazioni e intese, la “Casa della Memoria” è in fase di realizzazione. Infatti in queste settimane proseguono intensamente i lavori di completamento della sua costruzione, in  via Confalonieri al Quartiere Isola, rione completamente trasformato dai nuovi altissimi edifici del Centro Direzionale. L’inaugurazione è prevista in occasione del 70° della Liberazione, il giorno in cui a Milano si sviluppò l’insurrezione, a partire dalle fabbriche,  ed entrarono in città i partigiani provenienti dall’Oltrepò  Pavese e dalle Valli alpine.

Questa casa, situata fra i grattacieli del Quartiere Isola, sarà luogo ove custodire e rendere attiva la memoria  della lotta di Liberazione e per l’attuazione della Costituzione; diventerà la sede delle Associazioni – ANPI, ANED, VI.TE… – ovvero dei protagonisti, i partigiani , i deportati, le vittime del terrorismo, i familiari della strage di Piazza Fontana.

Milano 28 dicembre 2014

 Antonio Pizzinato